Domande per il ristoro dei danni subiti dai privati ai beni mobili registrati danneggiati a seguito della tromba d'aria del 29 agosto 2020

...

08/06/2021

Presentazione della domande fino al 11 luglio 2021.

Si avvisa la cittadinanza che fino al 11 luglio 2021 è possibile la presentazione delle domande di contributo regionale per il ristoro dei danni subiti dai privati ai beni mobili registrati a seguito della tromba d'aria del 29 agosto 2020.

CRITERI DI AMMISSIBILITA’
I beneficiari dei contributi regionali sono individuati nei soggetti privati, residenti nei Comuni che hanno segnalato danni ai privati alla Protezione Civile e che si trovano nella seguente posizione giuridica:
- il/i proprietario/i del bene mobile registrato distrutto o danneggiato in modo da non poter essere utilizzato.
Per tutti coloro che beneficiano dei contributi, non devono sussistere cause di divieto, sospensione o decadenza previste dall’art. 67 del D.Lgs. n. 159/2011 (Codice antimafia) e gli stessi non devono essere esposti al pericolo di infiltrazioni da parte della criminalità organizzata, come individuate dalle norme vigenti.

Le spese ammesse a contributo, nei limiti fissati di Euro 7.747,00 sono quelle sostenute:
- per il ripristino o la sostituzione di beni mobili registrati dei privati, distrutti o danneggiati in modo da non poter essere utilizzati.
Il contributo per il ripristino o la sostituzione di beni mobili registrati dei privati, distrutti o danneggiati in modo da non poter essere utilizzati è concesso nella percentuale massima del 50 % del danno, con il limite di Euro 7.747,00.

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA’
I contributi sono concessi esclusivamente a copertura dei costi effettivamente sostenuti, necessari al ripristino dei danni come sopra individuati, che sono una conseguenza diretta degli eventi calamitosi in argomento.
È ammessa la cumulabilità con eventuali ulteriori contributi pubblici o privati o indennizzi assicurativi erogati per la copertura dei medesimi danni. L’importo complessivo erogato non può superare il 100% della spesa sostenuta. Nel caso di supero di detto importo, verrà conseguentemente ridotto il contributo regionale.

VALUTAZIONE PRELIMINARE DI AMMISSIBILITA’ A CONTRIBUTO DELLE SEGNALAZIONI DI DANNO
Entro il 11 luglio 2021, i cittadini che rispondono ai criteri di ammissibilità sopra definiti, possono presentare al Comune la seguente documentazione:
a) la richiesta di ammissione a contributo per i beni mobili registrati;
b) la dichiarazione, resa ai sensi del DPR 445/2000, della tipologia di utilizzo del bene ad “uso privato”;
c) la dichiarazione resa ai sensi del DPR 445/2000, di eventuali ulteriori contributi pubblici o privati erogati
o di indennizzi assicurativi per la copertura dei medesimi danni;
d) la dichiarazione di adempiere agli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della legge
13 agosto 2010, n. 136 e s.m.i., se necessaria.

Si invita a prendere visione dei criteri di ammissibilità e delle modalità procedurali allegate.
In allegato il modulo di presentazione della domanda.